.
Annunci online

 
LeCiliegieDelCinema 
Tutta la magia del grande schermo
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca

LE CILIEGIE
DEL CINEMA
News, commenti e trailer:
 un blog di Daniela Cocchi 
sul cinema  senza frontiere,
le storie di tutti giorni
e i piccoli grandi festival




 


 

diario | News | Recensioni | Trailers | Festival delle Cerase | Gossip | Personaggi | Festival |
 
1561303visite.

25 ottobre 2017

IL CINEMA DI MURNAU A TEATRO CON SANTAMARIA E MARLENE KUNTZ

Roma, 25 ott. 2017 - Ingredienti: un palcoscenico, un vecchio film muto degli anni Venti, musica rock e un attore che racconta cosa accade sullo schermo fondendosi nell’azione e dando voce ai diversi personaggi. Se poi si aggiunge la regia di Fabrizio Arcuri, l’originalità della rock band torinese Marlene Kuntz e Claudio Santamaria uscirete dal teatro consapevoli che questo spettacolo non potevate proprio permettervi di perderlo. Il castello di Vogelod all'Ambra Jovinelli gioca con linguaggi e discipline diverse fondendo il cinema, il teatro e la musica. Applausi al coraggio del regista. Il castello di Vogelod di Friedrich Wilhelm Murnau è uno dei primi gialli della storia del cinema. Uno di quei film che studi sui libri di storia del cinema ed è incredibile come una vecchia pellicola muta possa, dopo quasi cent'anni, essere coinvolgente e piena di tensione grazie ad una regia disegnata alla perfezione. Se non vi accontentate e volete lasciarvi stupire andate a teatro, questo spettacolo vale il vostro tempo.

                           

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie



permalink | inviato da LeCiliegieDelCinema il 25/10/2017 alle 12:23 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

10 febbraio 2017

AL FESTIVAL DELLE CERASE NAPLES '44, IL FILM DI FRANCESCO PATIERNO CHE RICORDA IL DRAMMA DI TUTTE LE GUERRE


Monterotondo, 10 feb. 2017 - Una città sventrata e offesa. Palazzi ridotti in cumoli di macere, scugnizzi cenciosi e la vita civile collassata come condutture d'acqua bombardate. Appare così Napoli nel 1944 agli occhi di Norman Lewis, un giovane ufficiale britannico della quinta armata anglo-americana. Miseria e nobiltà, inventiva e orgoglio dei cittadini di una miserabile città che affascina. Il diario di quell'ufficiale è diventato un film firmato da Francesco Patierno, che lunedì sarà ospite del XXXII° #FestivaldelleCerase.
Un lavoro sartoriale che unisce materiale d'archivio, spezzoni di film e qualche ripresa ambientata ai giorni nostri. Viene ricostruita, così, l'atmosfera d'autunno alla fine della guerra fatto di povertà, anziani disperati, madri che si prostituiscono in cambio di carne in scatola, nobili caduti in disgrazia e professionisti squattrinati che fanno le comparse ai funerali. Poi c'è il cinema: Paisà di Rossellini, La pelle di Liliana Cavani con Marcello Mastroianni, Napoli Milionaria, O sole mio, Le 4 giornate di Napoli, il Miracolo di San Gennaro. Un omaggio sapiente ad un mondo di autori che ha saputo raccontare e raccontarci quell'Italia. Naples '44 non è solo un documentario, è un film sul dolore della guerra. Oggi Aleppo - ha dichiarato Patierno - non deve essere troppo dissimile da quel cumolo di macerie e quei volti di sopravvissuti.
Un appuntamento da non perdere con il grande cinema italiano. Il regista Francesco Patierno vi aspetta lunedì 13 febbraio alle ore 20,00 nella sala cinematografica di Corso Matteotti a Monterotondo, per vedere insieme il suo ultimo film #Naples44 e rispondere alle curiosità degli spettatori della piccola kermesse cinematografica della provincia romana.  


                            

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

18 novembre 2016

VITTORIO SINDONI PORTA ABBRACCIALO PER ME AL FESTIVAL DELLE CERASE PER PARLARE DI AMORE MATERNO E DISAGIO MENTALE

Palombara Sabina, 18 nov. 2016 - Non poteva mancare al Festival delle Cerase Abbraccialo per me. Un film coraggioso, che emoziona fino alle lacrime. Scritto, prodotto e diretto da Vittorio Sindoni con il contributo alla sceneggiatura di Angelo Pasquini (autore di Viva la libertà) sarà presentato domenica 20 ottobre, alle ore 18, al Cinema Nuovo Teatro di Palombara Sabina. A parlare del film con gli spettatori della storica kermesse cinematografica del Lazio ci sarà l'autore Vittorio Sindoni che risponderà, dopo la proiezione del film, alle domande del pubblico in sala. Tra commedia e dramma, Abbraccialo per me è la storia di una donna e di suo figlio e della malattia mentale: uno dei grandi temi rimossi della società contemporanea. Nel cast Stefania Rocca, un sorprendente Moisé Curía (della banda di Braccialetti rossi), Giulia Bertini, Paolo Sassanelli, Pino Caruso, Vincenzo Amato e Francesca Pasquini. Subito dopo il dibattito non può mancare la degustazione di un primo piatto della tradizione laziale cucinato dai Sgabarruni, accompagnato da un bicchiere di vino e offerto nel giardino del cinema per continuare a parlare del film.
           

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

6 novembre 2016

FESTIVAL DELLE CERASE, ORECCHIE DI ALESSANDRO ARONADIO CONQUISTA GLI SPETTATORI

PALOMBARA SABINA, 06 nov. 2016 - Una sala colma di gente ha applaudito Orecchie il film di Alessandro Aronadio. Terza pellicola in concorso al Festival delle Cerase. La commedia originale e stralunata del regista siciliano ha conquistato il pubblico della kermesse cinematografica della provincia romana, che quest’anno festeggia la sua trentaduesima edizione. La bomba d'acqua, i lampi e la pioggia torrenziale che si è abbattuta su Roma e provincia nel tardo pomeriggio di domenica non ha scoraggiato gli spettatori del piccolo cinema di Palombara Sabina che hanno accolto in sala con un lungo applauso il regista Alessandro Aronadio, gli attori Daniele Parisi, Silvia D’amico e la produttrice Costanza Coldagelli. Anche quest’anno il #FestivaldelleCerase diretto da Franco Montini offre la possibilità di scoprire nuovi autori, cinematografie emergenti, film inusuali di alto valore artistico. La storica sala della provincia romana propone un ricco cartellone con oltre 25 film, buona parte dei quali privi di distribuzione, che, da ottobre a maggio vengono presentati dai protagonisti del cinema italiano. Un’occasione unica come quella di domenica per vedere #Orecchie, un film che è stato un caso cinematografico esploso alla 73a Mostra Internazionale del Cinema di Venezia. Un vero peccato non vederlo distribuito nelle sale cinematografiche anche per la bravura folgorante dell'attore Daniele Parisi, che dopo questo esordio scriverà molte pagine del nostro cinema. “Orecchie – sottolinea il regista – è una commedia sul senso di smarrimento, di scollamento dalla realtà che ci circonda. Un mondo che spesso appare folle, incomprensibile, minaccioso. Sul timore e il desiderio dell’anonimato che combattono continuamente dentro ognuno di noi. Su quel fischio alle orecchie che proviamo ogni giorno a ignorare, nascondendolo sotto la vita”.

                                               

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

2 novembre 2016

FESTIVAL DELLE CERASE: 4021 ESORDIO DI VIVIANA LENTINI, LA STORIA DI UN AGENTE DI COMMERCIO

Palombara Sabina, 2 nov. 2016 - Un piccolo film che non si lascia dimenticare. 4021 diretto dall'esordiente Viviana Lentini è un’opera imperfetta, forse vittima del suo essere un lungometraggio realizzato a low budget e girato in soli tredici giorni. Sorretto da un’idea interessante e coraggiosa è una fotografia della realtà, talvolta estremizzata, che ha coinvolto gli spettatori del trentaduesimo Festival delle Cerase. Ottanta minuti per fare i conti con il “sistema lavoro” che ingoia la vita di quell’esercito di persone che lavora a percentuali molto basse, senza rimborsi o stipendi fissi. Secondo film in concorso alla kermesse della provincia romana è stato presentato lo scorso 30 ottobre al Cinema Nuovo Teatro di Palombara Sabina dagli attori Simone PulciniElisa Billi e Luca Di Capua, che dopo la proiezione hanno risposto alle domande del pubblico in sala. Anche quest’anno il #FestivaldelleCerase diretto da Franco Montini offre la possibilità di scoprire nuovi autori, cinematografie emergenti, film inusuali di alto valore artistico. La storica sala della provincia romana propone un ricco cartellone con oltre 25 film, buona parte dei quali privi di distribuzione, che, da ottobre a maggio vengono presentati dai protagonisti del cinema italiano. #4021 è un lungometraggio capace di porre domande e che meriterebbe una distribuzione per riuscire a confrontarsi con il pubblico. Da segnalare il dialogo con il parcheggiatore interpretato da Mirko Frezza (attore protagonista del film Il più grande sogno, esordio del giovane regista romano Michele Vannucci che uscirà nelle sale il prossimo 24 novembre).

                                 

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

31 ottobre 2016

ORECCHIE DOPO IL SUCCESSO ALLA BIENNALE DI VENEZIA ARRIVA AL FESTIVAL DELLE CERASE

ROMA, 31 ott. 2016 - Un film dai toni grotteschi, girato in bianco e nero. Orecchie scritto e diretto da Alessandro Aronadio è destinato a diventare un cult da non perdere. Per chi volesse vederlo da qui a dicembre sarà proiettato a Rio de Janeiro, Copenaghen, Podgorica, Budapest, Vevey, Salvador de Bahia, Bratislava, Istanbul, Villerupt, Sarajevo, Cracovia, Barcellona, Belgrado e Praga. Unica data italiana domenica 6 novembre alle ore 18,00 al Festival delle Cerase di Palombara Sabina. A presentare il film al pubblico della kermesse cinematografica più piccola del mondo è atteso il regista in compagnia dell’attore Daniele Parisi, al suo esordio sul grande schermo da protagonista.  Un’occasione unica per gli amanti del cinema italiano, incuriositi dal successo del film alla biennale di Venezia, che ancora non sono riusciti a vederlo nelle sale cinematografiche. Ma non è tutto. Dopo la proiezione e il dibattito con gli autori agli spettatori sarà offerto un piatto di pasta e un bicchiere di vino nel giardino del Cinema Nuovo Teatro di via Isonzo. Terzo film in concorso alla kermesse della provincia romana, ideata da Silvio Luttazi e diretta da Franco Montini (Presidente del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), Orecchie dovrà convincere la giuria popolare che a maggio premierà con la ciliegia d’oro il Miglior Film della trentaduesima edizione del Festival delle Cerase.


                        

           

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

6 giugno 2016

NON ESSERE CATTIVO DI CLAUDIO CALIGARI TRIONFA AL FESTIVAL DELLE CERASE

Tra i premiati Monica Guerritore, Claudio Santamaria, Francesco Ghiaccio, Marco D'amore, Alessandro Borghi, Ilenia Pastorelli, Paolo Genovese,gli autori e il cast di Perfetti sconosciuti

Monterotondo, 6 giu. 2016 - È Valerio Mastandrea a far emozionare il pubblico della serata di premiazione del trentunesimo Festival delle Cerase. A vincere le ciliegie d’oro del cinema italiano è il film “Non essere cattivo” di Claudio Caligari. L’attore romano ritirando il premio dal palco del Palazzo Orsini di Monterotondo domenica sera ha regalato ai presenti il suo ricordo del regista scomparso, raccontando una storia d’amicizia e d’amore per il cinema. La kermesse cinematografica più piccola del mondo, ideata da Silvio Luttazi e diretta dal critico Franco Montini, quest'anno è stata dedicata ad Ettore Scola, più volte premiato e promotore del festival. Sul palco con loro a presentare la serata, Daniela Miniucchi.

   

Una pioggia di stelle del cinema ha illuminato la notte della provincia romana. Ilenia Pastorelli, in un lungo abito da sera, ha ritirato il premio come attrice rivelazione per il film Jeeg Robot che ha incassato anche la ciliegia d’oro di Claudio Santamaria, come miglior attore. Monica Guerritore, capelli biondi raccolti, ha incantato il pubblico con il suo fascino esortando attori e registi a non aver paura di combattere per le cose in cui si crede. Film rivelazione è un ex aequo con Jeeg robot e Un posto sicuro di Francesco Ghiaccio accompagnato da Marco D'Amore. Tra i premiati anche Alessandro Borghi attore rivelazione in Suburra, preso d’assalto da ragazzine e signore per selfie e autografi. Ospite del festival anche Paolo Genovese, insieme a Paolo Costella e Paola Mannini premiati per la sceneggiatura di Perfetti sconosciuti. Un film che fa incetta di ciliegie d'oro con il premio speciale per il cast. Marco Giallini, Edoardo Leo, Valerio Mastandrea, Anna Foglietta e Giuseppe Battiston sono saliti sul palco mangiando ciliegie, strappando risate e applausi. Tre cesti di ciliegie sono state inviate da Luttazi nella serata a Stefania Sandrelli, per il suo settantesimo compleanno e per i suoi 55 anni di carriera. Un ringraziamento per il suo sostegno e per l'attenzione che in queste XXXI edizioni la grande artista ha sempre riservato al Festival delle Cerase, di cui è stata anche madrina. Gran finale con la cena in onore dei vincitori e della giuria popolare del festival,  in una delle piazze più belle del centro storico di Monterotondo.

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

12 aprile 2016

PERFETTI SCONOSCIUTI, DAL FESTIVAL DELLE CERASE ALLA CONQUISTA DI NEW YORK

Monterotondo, 12 apr. 2016 – «Senza false modestie, il film è bello». Risponde, così, Paolo Genovese al lungo applauso del pubblico del Festival delle Cerase dopo la proiezione di Perfetti Sconosciuti. 

 Con il biglietto aereo per New York già in tasca e la valigia ancora da preparare, ieri sera, il regista che ha sbancato i box office doppiando più e più volte aspettative e speranze ha risposto alle curiosità degli spettatori di Monterotondo, insieme all'attrice Alba Rohrwacher e allo sceneggiatore Paolo Costella. Quello con il Festival delle Cerase è stato l’ultimo appuntamento italiano prima dell’avventura internazionale del film, in selezione al Tribeca Film Festival di New York (13-24 aprile). Insomma, Perfetti Sconosciuti parte alla conquista dei festival e dei mercati internazionali proprio dalla kermesse cinematografica più piccola del mondo. 

«Abbiamo centrato un tema universale,centinaia di spettatori mi scrivono per dirmi che si sono identificati,commossi. La storia che raccontiamo sta promuovendo una sorta di autoanalisi collettiva: c’è anche chi ha provato a giocare con il partner come nel film e si è lasciato», dice Genovese incalzato da un pubblico entusiasta. La maggior parte degli spettatori in sala aveva già visto il film, ma non ha voluto perdere l’appuntamento con i protagonisti della commedia dell’anno. Una pellicola che restituisce al cinema italiano una popolarità che sembrava essere persa. Alla domanda su eventuali remake sparsi in giro per il mondo il regista romano ha risposto con un pizzico di sano orgoglio patriottico: «Di solito siamo noi a inseguire e importare i film stranieri per rifarli a modo nostro, questa voltasi è invertita la tendenza. Un fenomeno tutt’altro che irrilevante e ne siamo felicissimi»

                          

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

11 aprile 2016

"VOTA SI", LA FOTO DI ALBA ROHRWACHER PER FERMARE LE TRIVELLE

Monterotondo,11 apr. 2016 - Alba Rohrwacher accetta l'invito del comitato no-triv di Monterotondo e si lascia fotografare con un cartello in favore del Sì al referendum contro le trivelle del prossimo 17 aprile. Gli attivisti eretini, lunedì sera, hanno atteso l'attrice all'uscita del Festival delle Cerase, dove la Rohrwacher, in compagnia del regista Paolo Genovese e lo sceneggiatore Paolo Costella, ha presentato al pubblico di Monterotondo il film Perfetti sconosciuti. Alba Rohrwacher, una delle attrici più interessannti del panorama cinematografico italiano, ha accettato di farsi fotografare per invitare gli italiani a partecipare alla consultazione referendaria in difesa del mare. 

           

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

10 aprile 2016

PERFETTI SCONOSCIUTI AL FESTIVAL DELLE CERASE PER FESTEGGIARE LA PARTENZA DEL FILM ALLA CONQUISTA DEL MERCATO INTERNAZIONALE

Monterotondo, 10 apr. 2016 - Dopo l'eccezionale successo al box office italiano, con oltre 2 milioni e mezzo dispettatori, Perfetti sconosciuti festeggia al Festival delle Cerase la sua partenza alla conquista del mercato internazionale. Alla vigilia della premiere al Tribeca Film Festival (NewYork 13-24 Aprile) Paolo Genovese, Kasia Smutniak e Alba Rohrwacher lunedì sera festeggeranno il successo del film con gli spettatori della kermesse cinematografica della provincia romana. 

 L’appuntamento è al cinema Mancini di Monterotondo, domani alle ore 20, per rivedere il film e incontrare il regista e le due splendide attrici. Una serata da non perdere, con i protagonisti del cinema italiano e il film dell’anno, che ha perfino messo d’accordo pubblico e critica. Senza dimenticare che dal Quatar all’America arrivano richieste per poter fare il remake del nostro blockbuster di stagione. Insomma,tutto il mondo vuole i suoi Perfetti sconosciuti.

    

                                

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

8 aprile 2016

BANAT, UN ESORDIO CORAGGIOSO PER ADRIANO VALERIO

 Adriano Valerio è un autore che al suo primo film riesce a lasciarti a bocca aperta. Se questo è il domani del"cinema italiano", mi piace.

 BANAT, Il viaggio racconta una generazione senza certezze e riesce a farlo in modo originale e coraggioso. Ho visto il film nel peggior modo possibile, seduta davanti al monito del pc in streaming su Nuovo Cinema Repubblica. All'inizio ho arricciato il naso. Mai essere frettolosi nel giudizio, dopo un inizio banale e incerto il film decolla e si viaggia. Bello da vedere, da ascoltare, da percepire. 

 Se riuscite a trovare una sala cinematografica che lo programma non ve lo perdete. Perché? Banat è raccontato in modo nuovo, non è schematizzabile, ci ricorda che siamo un popolo di migranti e una generazione traballante nel lavoro e nei sentimenti. E poi, ti fa emozionate e cantare per intero T'amo t'amo di Rosanna Fratello. Adorabile il personaggio di Piera Degli Esposti.

                         

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

22 febbraio 2016

IL CASO SPOTLIGHT, IL MIGLIOR FILM NELLA MIA CLASSIFICA PER GLI OSCAR

Miglior film. Concedetemelo, sarà per nostalgia, sarà per amore ma Il caso Spotlight nella mia modestissima classifica personale, ha già vinto il premio come miglior film. L'editoria del presente è tanto lontana da quelle immagini di redazioni che pullulano di giornalisti, ed è ancor più lontana da quel genere investigativo che un tempo riusciva a raccontare il nostro tempo, svolgere una funzione di controllo e poteva persino svegliare le coscienze. Il cast è superbo e Mark Ruffalo riesce anche a farci dimenticare d'essere Hulk degli Avangers. Bello. 
Per me, figlia d'un tipografo cresciuta con l'odore dell'inchiostro in ogni abbraccio di mio padre, non può esserci scena più bella al cinema di quella della copie di giornale in stampa, con il rumore della rotativa che tanto ricorda Humphrey Bogart al telefono: "Questa è la stampa, bellezza. E tu non ci puoi fare niente"
  
                                                             

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

22 gennaio 2016

CHIUDE IL CINEMA ALCAZAR: ADDIO ALLE SUE POLTRONE DI VELLUTO ROSSO

Chiude il cinema Alcazar. Addio alle sue poltrone ricoperte di velluto rosso, all’insolito sipario sul palco con lo schermo di proiezione. Un cinema che coccola i nostalgici delle piccole sale, fa compagnia alla gente del quartiere e accoglie chi cede agli incontri con gli amici a Trastevere. A fine mese il buio scenderà in sala e nessuna storia più illuminerà i sogni dei suoi spettatori. Oggi in programma c'è la proiezione del film "La grande scommessa". L'ultimo biglietto sarà staccato il 31 gennaio. 

                 

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

21 gennaio 2016

CINEMA E CUCINA: UN MENU' PER RICORDARE ETTORE SCOLA

Cinema e cucina: un matrimonio felice. A tavola possiamo rivivere frammenti di pellicole che abbiamo amato. Così, in punta di piedi, questa sera progetto il menù di una cena tra amici pensando ai film di Ettore Scola, un modo per ricordarlo. 

  Inizierei con i tortellini de La famiglia, per chi non mangia carne potrei preparare i maccheroni alla norma del film Brutti, sporchi e cattivi (ricetta ortodossa, senza veleni). Peccato che non sappia cucinare la trippa alla romana, quella de La cena. La scena, poi, sarebbe rapita dalla porchetta di C'eravamo tanti amati, per lasciar spazio ad un buffet ispirato a quelli del film La terrazza. "È pronto. Venite".

                  

 

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

16 dicembre 2015

A ROMA RIAPRE IL CINEMA CARAVAGGIO

Festival delle Cerase, 16 dic. 2015 - Roma è una città dove succedono tante cose. Ad esempio? Oggi riapre un cinema a via Paisiello. Dopo anni di amarezza e rabbia per la chiusura di storiche sale, con la desertificazione del piacere all'immagine cinematografica di interi quartieri e generazioni, lo schermo del cinema Il Caravaggio torna a far sognare. Una rondine non farà primavera. Nonostante i dati del box office ultimamente siano sempre più miseri, questa ci sembra una gran bella notizia. In programma c'è Irration Man di Woody Allen (ore 16,00, 19,30 e 21,30). Il prezzo del biglietto è di €5. Alle ore 18,00 ci sarà un brindisi inaugurale. Chissà, magari domani i giornali racconteranno questa storia per dare un sostegno a chi - per amore o per pazzia - riapre una sala cinematografica di quartiere.      

                  

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

20 ottobre 2015

FESTIVAL DELLE CERASE, MONTEROTONDO APPLAUDE ALESSANDRO BORGHI RICORDANDO CLAUDIO CALIGARI

Monterotondo, 20 ott. 2015 – Una sala cinematografica gremita di gente ha accolto il ritorno del Festival delle Cerase a Monterotondo. Alessandro Borghi, ieri sera, ha inaugurato il primo incontro eretino della trentunesima edizione della kermesse dedicata al cinema italiano. Al termine della proiezione un lungo applauso ha accompagnato l’ingresso del protagonista del film di Claudio CaligariNon essere cattivo”. «Un film così piccolo che riesce ad uscire nelle sale, va a Venezia ed ora rappresenta l’Italia agli Oscar è un sogno. Caligari – ricorda Borghi - aveva un universo dentro e voleva raccontarlo. Tutto l’amore che abbiamo messo nel fare questo film ci sta tornando indietro come un’onda d’amore. Non potevo chiedere di più da questo film e da questo mestiere». Sono tanti i ricordi che l’attore condivide con gli spettatori del festival delle cerase. Non sono mancati momenti di commozione ricordando il talento di Claudio Caligari, morto lo scorso maggio a 67 anni, a riprese e seconda stesura di montaggio ultimate. 


«La certezza che stavamo facendo qualcosa di importante l’abbiamo avuta il primo giorno sul set, quando abbiamo girato la scena di “Amore tossico”. Non tutti i registi – afferma Borghi - possono permettersi di autocitarsi. Caligari era una persona libera che ti faceva sentire parte di una cosa importante, seppur parlava poco». Il Festival delle Cerase anche quest’anno porterà i protagonisti del grande schermo in provincia. Doppio appuntamento con il cinema: la domenica a Palombara Sabina ed il lunedì a Monterotondo. Attesa la presenza, tra gli altri, di Luca Marinelli, Valerio Mastandrea, Giorgio Colangeli, Anna Foglietta, Riccardo Scamarcio, Stefano Sollima, Pierfrancesco Favino, Massimo Gaudioso, Fabrizio Bentivoglio, Greta Scarano, Roberto Andò, Kim Rossi Stuart, Edoardo Pesce, Jasmine Trinca, Sergio Rubini, Massimiliano Bruno e Michele Placido. A premiare le opere migliori e i migliori protagonisti con le “Ciliegie d’oro del cinema italiano” sarà ancora una volta la giuria popolare costituita da spettatori appassionati. Chi volesse far parte della giuria può scrivere una mail a silvioluttazi@gmail.com oppure chiamare il numero 338.87.16.481.«Il cinema italiano - afferma il sindaco Mauro Alessandri - conosce da qualche anno una stagione di grande rilancio, grazie a produzioni sensibili e intelligenti e ad una generazione di autori, registi e attori di grande talento. Siamo perciò particolarmente lieti ed onorati di legare il nome di Monterotondo al festival delle Cerase».

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

28 settembre 2015

"LA BELLA GENTE" DI IVANO DE MATTEO ARRIVA AL FESTIVAL DELLE CERASE: PUBBLICO STREGATO DAL FASCINO DELLA GUERRITORE

Palombara Sabina, 28 set. 2015 - Ci sono film, che seppur gioielli, non riescono ad esser visti. Era il caso de La bella gente di Ivano De Matteo girato sei anni fa e che soltanto lo scorso 27 agosto è riuscito ad avere una distribuzione in sala, dopo un percorso piuttosto travagliato. Il pubblico del Festival delle Cerase ha accolto con entusiasmo la proiezione del film, tanto che la sala era gremita di spettatori seduti ovunque, incuriositi in una domenica d’inizio autunno dalla presentazione di Monica Guerritore. 

             

“Questa sala così piena rappresenta una vittoria per chi ha creduto in questo film”,sostiene l’attrice che all’uscita francese, anni fa, ha raccolto critiche entusiastiche sui giornali, da Le Monde a Le Nouvel Observateur, che mettevano in luce l’intensità della sua interpretazione. Come dargli torto? Ieri sera la nuova stagione del ciclo  “Incontri con autori e attori” del Festival delle Cerase, diretti da Franco Montini e Daniela Cocchi, non poteva cominciare meglio. Monica Guerritore ha incantato il pubblico raccontando il suo rapporto con il film, l’amore per il teatro contagiando tutti con la delicatezza, rigore e passione per il suo mestiere. Insomma,ieri sera al Cinema Nuovo Teatro di Palombara c’è stata una vera e propria festa per un film che da un mese può essere visto anche in Italia.  

   

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

27 settembre 2015

LA BELLA GENTE AL FESTIVAL DELLE CERASE: CINEMA DA VEDERE E DA LEGGERE

Palombara Sabina, 27 set. 2015 - Al Festival delle Cerase un film da vedere e da leggere. La sceneggiatura originale di La bella gente firmata da Valentina Ferlan, il film di Ivano De Matteo, è un libro. Pier Paolo Mocci oggi (alle ore 18,30) presenta al Festival delle Cerase la collana intitolata Cinema da Leggere della giovane casa editrice NED. Un libro dal formato economico e accattivante che ci porta dietro la macchina da presa, per capire tra le righe del copione le impressioni, lo sguardo del regista e scoprire come è stato girato il film. 

                                    

     

Subito dopo la proiezione de La bella gente ad inaugurare la nuova stagione degli “Incontri con gli autori e attori” della piccola kermesse della provincia romana ci sarà Monica Guerritore. Una serata a tu per tu con una delle interpreti più affascinanti del cinema e del teatro italiano.Una vera e propria serata di festa per un film girato sei anni fa e che soltanto ora vede la distribuzione in sala, dopo un percorso piuttosto travagliato. Gli ingredienti della serata? Libro, proiezione del film, incontro con l’attrice e cena nel giardino del cinema preparata dagli Sgabarruni, i celebri cuochi del Festival delle Cerase. 

                              

Gli incontri diretti da Franco Montini e Daniela Cocchi proseguiranno fino a primavera, in attesa della serata finale di premiazione di questa nuova edizione del festival più piccolo del mondo dedicato al cinema italiano. Da settembre a maggio sono circa 25 i film in concorso da vedere e commentare con attori, registi, musicisti, sceneggiatori e produttori. Nel frattempo, anche quest’anno la protagonista del festival sarà la giuria popolare. Sono aperte le iscrizioni per essere “giurato” e decidere chi vincerà le ciliegie d’oro del cinema. Pochi i requisiti richiesti: tanta passione per il cinema e l'impegno a vedere i film in concorso. Un'iniziativa che rappresenta, come ha spigato il patron del festival Silvio Luttazi, “un'ulteriore occasione per incrementare il rapporto tra il cinema e il suo pubblico, favorendone la crescita culturale ”.Per iscriversi basta telefonare al numero 338716481 o lasciare la propria adesione presso la cassa del piccolo cinema di Palombara.

Vi aspettiamo!

Cinema Nuovo Teatro - Via Isonzo, 44 Palombara Sabina (Rm)

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

19 settembre 2015

MONICA GUERRITORE PRESENTA IL FILM "LA BELLA GENTE" AL FESTIVAL DELLE CERASE

PALOMBARA SABINA, 19 set. 2015 - Si accendono luci del Festival delle Cerase. Al via la trentunesima edizione della kermesse cinematografica della provincia romana. Ad inaugurare la nuova stagione degli “Incontri con gli autori e attori” sarà Monica Guerritore che domenica 27 settembre presenterà al Cinema Nuovo Teatro di Palombara Sabina “La bella gente” di Ivano De Matteo. Una serata a tu per tu con una delle interpreti più affascinanti del cinema e del teatro italiano. Una vera e propria serata di festa per un film girato sei anni fa e che soltanto ora vede la distribuzione in sala, dopo un percorso piuttosto travagliato. Gli ingredienti della serata? Proiezione del film, incontro con l’attrice e cena nel giardino del cinema preparata dagli Sgabarruni, i celebri cuochi del Festival delle Cerase.

               
Gli incontri proseguiranno fino a primavera, in attesa della serata finale di premiazione di questa nuova edizione del festival più piccolo del mondo dedicato al cinema italiano. Da settembre a maggio sono circa 25 i film in concorso da vedere e commentare con attori, registi, musicisti, sceneggiatori e produttori. Nel frattempo, anche quest’anno la protagonista del festival sarà la giuria popolare. Sono aperte le iscrizioni per essere “giurato” e decidere chi vincerà le ciliegie d’oro del cinema. Pochi i requisiti richiesti: tanta passione per il cinema e l'impegno a vedere i film in concorso. Un'iniziativa che rappresenta, come ha spigato il patron del festival Silvio Luttazi, “un'ulteriore occasione per incrementare il rapporto tra il cinema e il suo pubblico, favorendone la crescita culturale ”. Per iscriversi basta telefonare al numero 338716481 o lasciare la propria adesione presso la cassa del piccolo cinema di Palombara. Domani sarà la volta della prima proiezione della stagione. Al cinema di via Isonzo è in programma per le ore 18.30 “Il racconto dei racconti” di Matteo Garrone.

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie

14 giugno 2015

SCIANNA E RAGONESE, AMORE E GUERRA IN UNA STORIA SBAGLIATA

Isabella Ragonese non delude. Non avevamo bisogno di una conferma della sua bravura ma in Una storia sbagliata di Gianluca Maria Tavarelli, l’attrice siciliana dona al film una notevole verità. Bistrattato dalla critica il film sulla guerra e sulle donne è uscito in sala lo scorso 4 giugno,  ma non è riuscito a scalare il box office. Il punto di partenza è la canzone di Fabrizio De Andrè "Una storia sbagliata" per affrontare tematiche private e universali, in uno scenario internazionale fatto di conflitti e guerre. 

                                       

Tavelli era lontano dalla macchina da presa per il cinema dal 2006 e riparte dalla Sicilia, con i volti di Iasbella Ragonese, Francesco Scianna e Mehdi Dehbi, per dimostrare che i sud del mondo hanno molte cose in comune: i bambini di Gela sono vittime delle raffinerie come quelli iracheni sono vittime della guerra, le donne combattono in prima linea. Una storia ruvida alla quale, forse, la contrapposizione passato e presente risulta troppo meccanica. Un doloroso viaggio di formazione da fare insieme alla protagonista, che cambia anche fisicamente per render ancor più reale la sua ricerca di verità. 

Condividi questo articolo: facebook del.icio.us technorati oknotizie
sfoglia
febbraio